Questo sito utilizza sia Cookies tecnici (necessari per il suo corretto funzionamento) che di profilazione propri o di terze parti. La prosecuzione della navigazione o l’accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal presente sito. Le configurazioni relative ai Cookies potranno essere modificate in ogni momento cliccando su Cookie Policy.
Accetto

Il CEO del Gruppo Volkswagen Diess in Israele: colloqui politici e incontri con start-up innovative

Uno dei primi viaggi all’estero nel ruolo di CEO del Gruppo Volkswagen ha portato Herbert Diess in Israele. Oltre a incontrare il Primo Ministro israeliano Benjamin Netanyahu, Diess si è recato in visita al Memoriale sull’Olocausto Yad Vashem; successivamente si sono svolti colloqui con rappresentanti delle start-up israeliane e confronti con i CEO di Gett e Mobileye su servizi di mobilità innovativi e guida autonoma.
 
Herbert Diess ha visitato Israele nel suo nuovo ruolo di CEO del Gruppo Volkswagen. “Ci tenevo particolarmente a venire in questo Paese all’inizio del mio mandato, soprattutto visto il passato della nostra Azienda” ha affermato in occasione dell’incontro con il Primo Ministro israeliano Benjamin Netanyahu nella sua residenza ufficiale a Gerusalemme. Uno degli argomenti del confronto è stata la possibilità di collaborare su servizi di mobilità innovativi.
 
In precedenza, Diess aveva visitato il Memoriale sull’Olocausto Yad Vashem, firmando il registro presenze: “Abbiamo la responsabilità di mantenere viva la memoria dell’Olocausto, di ricordarne le vittime e di assicurarci che una tragedia del genere non accada mai più” ha affermato Diess.
 
Durante la visita in Israele il CEO ha anche avuto modo di approfondire la conoscenza dello scenario tecnologico e delle start-up del Paese. Con più di 1.000 start-up, Tel Aviv è uno tra i centri di innovazione più grandi e più agili al mondo. Di recente l’Azienda ha aperto il proprio Campus Volkswagen Group “Konnect” in città per sfruttare al meglio questo potenziale. “Konnect” permette a start-up e partner locali di avere uno scambio diretto con il Gruppo e con le sue Marche. Inoltre, “Konnect” consente a Volkswagen di osservare da vicino gli sviluppi nei campi della connettività, della guida autonoma, della navigazione intelligente, della cyber security, della mobilità elettrica e addirittura di big data.
 
Per quanto riguarda i servizi di mobilità innovativi, il Gruppo Volkswagen detiene già il 20% di quote in una partnership con la società di ride hailing israeliana Gett. Durante la sua visita Diess ha discusso gli sviluppi dei futuri robotaxi con il CEO di Gett Dave Waiser. Ha anche incontrato Amnon Shashua, CEO e CTO di Mobileye, per confrontarsi sul guida autonoma e relativi test drive. Anche in questo caso, la forza innovativa e le potenzialità della scena tecnologica israeliana, che offre spunti interessanti per il Gruppo Volkswagen, sono stati evidenti.