Volkswagen Group Italia Hackathon 2018: una 24 ore non-stop per progettare il futuro

Il management di Volkswagen Group Italia ingaggiato in un coinvolgente Hackathon. Obiettivo: sviluppare idee e progetti innovativi e trovare soluzioni per le sfide di domani.
 
Hackathon è un neologismo che nasce dalla fusione delle parole hacker  e marathon, e si concretizza in una full immersion di 24 ore consecutive durante le quali ai partecipanti è richiesta la massima creatività e originalità; una maratona non-stop ispirata a start-up tecnologiche e Design Thinking, organizzata da H-FARM [Piattaforma di innovazione in grado di supportare la creazione di nuovi modelli di impresa e la trasformazione ed educazione di giovani e aziende in un'ottica digitale].
 
 
“La spinta che ha portato alla decisione di promuovere un H-ACK è stata quella di dare un’accelerazione al nostro processo di cambiamento, la volontà di rendere Volkswagen Group Italia sempre più competitiva e leader nel mercato italiano” ha dichiarato Massimo Nordio, Amministratore Delegato della Consociata italiana del Gruppo Volkswagen.
 
Gli argomenti sui quali gli 80 Manager, divisi in squadre, si sono sfidati a inizio luglio sono stati una serie di processi innovativi per l’azienda, progetti concreti, che andavano dai nuovi servizi di mobilità al posizionamento dell’Azienda in Italia, fino a nuovi concetti di vicinanza al cliente e cultura d’impresa. 24 ore di brainstorming, dibattiti e confronti intensi, idee e proposte espresse liberamente che si sono concluse con uno “scontro” finale, a seguito del quale una giuria interna ha decretato le migliori soluzioni per ogni ambito.
 
Nordio ha aggiunto: “C’è bisogno di idee forti e concretizzabili per allineare Volkswagen Group Italia alla profonda trasformazione che il Gruppo sta vivendo a livello mondiale - il passaggio da costruttore di automobili a fornitore di servizi di mobilità sostenibile - e per adeguarla il più rapidamente possibile a tutti i cambiamenti che stanno interessando la società e, quindi, il mondo dove i nostri prodotti e servizi saranno offerti. Sono convinto che il nostro team di manager abbia fatto un ottimo lavoro e che questa modalità eccezionale di stimolazione della creatività abbia avuto un enorme successo”.
 
Le proposte vincenti selezionate al termine dell’Hackathon sono in corso di valutazione interna per definirne l’effettiva implementazione. “Si è trattata di un’esperienza assolutamente nuova per il nostro management, che si è messo in gioco in questa originale iniziativa, con un altissimo valore anche in termini di team building. C’è la volontà di concretizzare il frutto del lavoro dei colleghi e, visti i buoni risultati di questo primo H-ACK, aprire l’iniziativa anche ai collaboratori in futuro” ha affermato Raffaella Ponticelli, Direttore delle Risorse Umane.
Top Employer Italia 2018
 

Bilancio

 
 
 
 
 
 
 
 

Navigator 2018

 
 
 
 
 
 

Shift. Il Magazine sulla Sostenibilità del Gruppo

 
 
 
 
 
 
 
 

Rapporto sulla Sostenibilità

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Latest news

La mega-fabbrica del Gruppo Volkswagen a Foshan rafforza la strategia per l’elettrico in Cina

25/06/2018
Con la costruzione di una seconda fabbrica, la capacità di produzione del sito produttivo passerà da 300.000 a 600.000 veicoli all’anno. Ad aprile il primo Volkswagen T-Roc prodotto da FAW-Volkswagen ha lasciato le linee di assemblaggio: insieme all’Audi Q2L, la cui produzione comincerà entro la fine del 2018, sarà un tassello fondamentale all’interno di un segmento SUV particolarmente dinamico.

Il Gruppo Volkswagen definisce la nuova struttura: le Marche assumono responsabilità per area

22/06/2018
Il Gruppo Volkswagen prosegue il riallineamento strutturale della propria organizzazione. In futuro le Marche di volume assumeranno il ruolo di guida trasversale al Gruppo in specifiche regioni del mondo. Il CEO Herbert Diess afferma: “Distribuiamo le responsabilità; ciò significa che in futuro sarà possibile prendere decisioni in modo più decentralizzato e che il Consiglio di Amministrazione potrà concentrarsi su questioni strategiche generali. Facendo così, rendiamo il Gruppo Volkswagen più veloce, snello ed efficiente”.

Il CEO del Gruppo Volkswagen Diess in Israele: colloqui politici e incontri con start-up innovative

22/06/2018
Uno dei primi viaggi all’estero nel ruolo di CEO del Gruppo Volkswagen ha portato Herbert Diess in Israele. Oltre a incontrare il Primo Ministro israeliano Benjamin Netanyahu, Diess si è recato in visita al Memoriale sull’Olocausto Yad Vashem; successivamente si sono svolti colloqui con rappresentanti delle start-up israeliane e confronti con i CEO di Gett e Mobileye su servizi di mobilità innovativi e guida autonoma.
Top Employer Italia 2018
 

Bilancio

 
 
 
 
 
 
 
 

Navigator 2018

 
 
 
 
 
 

Shift. Il Magazine sulla Sostenibilità del Gruppo

 
 
 
 
 
 
 
 

Rapporto sulla Sostenibilità

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Latest news

La mega-fabbrica del Gruppo Volkswagen a Foshan rafforza la strategia per l’elettrico in Cina

25/06/2018
Con la costruzione di una seconda fabbrica, la capacità di produzione del sito produttivo passerà da 300.000 a 600.000 veicoli all’anno. Ad aprile il primo Volkswagen T-Roc prodotto da FAW-Volkswagen ha lasciato le linee di assemblaggio: insieme all’Audi Q2L, la cui produzione comincerà entro la fine del 2018, sarà un tassello fondamentale all’interno di un segmento SUV particolarmente dinamico.

Il Gruppo Volkswagen definisce la nuova struttura: le Marche assumono responsabilità per area

22/06/2018
Il Gruppo Volkswagen prosegue il riallineamento strutturale della propria organizzazione. In futuro le Marche di volume assumeranno il ruolo di guida trasversale al Gruppo in specifiche regioni del mondo. Il CEO Herbert Diess afferma: “Distribuiamo le responsabilità; ciò significa che in futuro sarà possibile prendere decisioni in modo più decentralizzato e che il Consiglio di Amministrazione potrà concentrarsi su questioni strategiche generali. Facendo così, rendiamo il Gruppo Volkswagen più veloce, snello ed efficiente”.

Il CEO del Gruppo Volkswagen Diess in Israele: colloqui politici e incontri con start-up innovative

22/06/2018
Uno dei primi viaggi all’estero nel ruolo di CEO del Gruppo Volkswagen ha portato Herbert Diess in Israele. Oltre a incontrare il Primo Ministro israeliano Benjamin Netanyahu, Diess si è recato in visita al Memoriale sull’Olocausto Yad Vashem; successivamente si sono svolti colloqui con rappresentanti delle start-up israeliane e confronti con i CEO di Gett e Mobileye su servizi di mobilità innovativi e guida autonoma.

I nostri Marchi

logo_audi.png
SEAT logo piccolo.png
SKODA 3D Standard Logo_sRGB.png
 
Questo sito utilizza Cookies, ovvero pacchetti di informazioni che vengono depositati sui dispositivi usati dagli utenti con lo scopo di: agevolare la navigazione all’interno del sito e la sua corretta fruizione; per facilitare l’accesso ai servizi che richiedono l’autenticazione; per fini statistici e per conoscere quali aree del sito sono state visitate. Per una corretta e completa fruizione del presente sito, si consiglia di configurare il browser in modo che accetti la ricezione dei Cookies.
La prosecuzione della navigazione o l’accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione esplicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.
Le configurazioni relative ai Cookies potranno essere modificate in ogni momento cliccando su Cookie Policy o utilizzando il link “ Cookie Policy” in fondo alla pagina.
Accetto