Via libera al ridesharing ad Hannover: dopo i test MOIA dà inizio alle attività

Dopo 300 giorni e oltre 230.000 corse di test sulle strade di Hannover, MOIA ha ufficialmente inaugurato il proprio  servizio di ridesharing. 140 autisti e 35 veicoli, insieme a un algoritmo intelligente, offriranno ai residenti una nuova esperienza di mobilità. MOIA si pone come un ponte fra la mobilità individuale e il trasporto pubblico urbano.
 
La licenza ricevuta dalla città di Hannover ha un limite di 150 veicoli; la quantità di mezzi impiegati incrementerà progressivamente fino a raggiungere questa cifra, rendendo la flotta di ridesharing firmata MOIA la più ampia in Germania. Un progetto di ricerca indipendente studierà gli effetti della nuova offerta sul trasporto pubblico e sul traffico e, a seconda dei risultati rilevati, MOIA potrebbe ulteriormente espandersi fino a 250 unità a partire dall’estate 2020.
 
Di seguito una panoramica delle principali novità rispetto alla fase di test:
 
  • Il servizio coprirà un’area di circa 90 chilometri quadrati e includerà anche le zone di Waldheim, Stöcken e Maschsee. Con l’avanzare delle attività, MOIA continuerà a espandersi anche in altri quartieri.
  • Inizialmente le operazioni includeranno 3.500 persone già coinvolte nel test e 15.000 nuovi utenti, che avevano presentato domanda per partecipare al test nell’ottobre del 2017 ma non erano stati selezionati. Con l’ampliamento della flotta, MOIA punta a rendere disponibile il servizio a tutti gli abitanti di Hannover entro la fine del 2018.
  • L’app MOIA sarà disponibile gratuitamente nel Google Play Store e nell’Apple App Store. Tutti i residenti interessati potranno scaricarla e creare un account. Per evitare di sovraccaricare il sistema durante le prime settimane, i profili saranno attivati gradualmente.
  • MOIA renderà elettrica almeno la metà della propria flotta di Hannover entro il 2020; entro il 2022 saranno utilizzati solo veicoli elettrici.
 
“Hannover è la prima città dove diventeremo parte integrante del trasporto pubblico. Insieme alle istituzioni e agli altri fornitori di mobilità vorremmo convincere le persone a utilizzare soluzioni sostenibili invece delle auto private. Nel lungo termine, ci piacerebbe ridurre il numero di queste vetture sulle strade” afferma Ole Harms, CEO di MOIA. “Uno studio indipendente accompagnerà le nostre attività e analizzerà come il nostro servizio di ridesharing stia influenzando il trasporto urbano”.
 
“La fase di test ha mostrato che il ridesharing funziona” aggiunge Robert Henrich, COO di MOIA. “Con una piccola flotta di 35 veicoli e 3.500 utenti, circa metà delle corse è stata condivisa. Siamo molto grati per tutti i suggerimenti e i feedback raccolti durante la fase di test. Ci hanno aiutato ad affinare il sistema. Nel prossimo step, il nostro obiettivo è mostrare al pubblico quanto accattivante sia la nostra offerta: il focus sarà su affidabilità, sicurezza, comfort e tempi di percorrenza rapidi. Continueremo anche a ottimizzare la nostra app e l’algoritmo, per aumentare il numero di corse condivise. Così facendo, speriamo di ridurre il traffico nelle città”.
 
Con l’inizio delle operazioni entreranno in vigore le regolari tariffe, con un costo che si posiziona tra quello del trasporto pubblico e quello di un taxi. Il prezzo della corsa varierà a seconda del giorno e dell’ora e dipenderà anche da domanda e offerta. Per rendere gli importi prevedibili e trasparenti per gli utenti, l’app mostrerà sempre il prezzo finale prima della prenotazione. In questo modo, si potrà decidere se riservare la corsa o meno e la tariffa non cambierà dopo la conferma.
Top Employer Italia 2018
 

Bilancio

 
 
 
 
 
 
 
 

Navigator 2018

 
 
 
 
 
 

Shift. Il Magazine sulla Sostenibilità del Gruppo

 
 
 
 
 
 
 
 

Rapporto sulla Sostenibilità

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Latest news

Il Gruppo Volkswagen procede in modo forte e sistematico con l’offensiva elettrica in Cina

11/07/2018
Il Gruppo Volkswagen espande le proprie ottime relazioni commerciali nella Repubblica Popolare Cinese. Come parte della quinta consultazione fra il governo cinese e quello tedesco, Volkswagen Group China ha firmato una lettera di intenti con il Gruppo FAW, partner di lunga data nelle joint venture, e con il China Intelligent and Connected Vehicles (Pechino) Research Institute Co. Ltd. (ICV). Gli accordi comprendono le aree della mobilità elettrica, della connettività, dei servizi di mobilità e della guida autonoma. Il giorno precedente Volkswagen Group China e le Case automobilistiche JAC e SEAT avevano firmato una lettera di intenti sottolineando il loro impegno per la e-mobility. Lo scopo delle partnership è di alimentare in modo forte e sistematico l’ampia offensiva elettrica del Gruppo e di applicare le nuove tecnologie insieme ai partner cinesi.

Il Gruppo Volkswagen intensifica l’impegno per la mobilità elettrica in Cina

10/07/2018
Volkswagen Group China, Anhui Jianghuai Automobile Group Corp., Ltd. (JAC) e SEAT hanno firmato un Memorandum of Understanding alla presenza della Cancelliera tedesca Angela Merkel e del Premier cinese Li Keqiang a Berlino. Insieme istituiranno un nuovo centro di ricerca e sviluppo con un focus sullo sviluppo di veicoli elettrici, connettività e tecnologie di guida autonoma, così come una competitiva piattaforma per veicoli alimentati a batteria (BEV). SEAT entrerà nel mercato cinese entro il 2020/2021. Si tratta di un passo importante per rafforzare la collaborazione fra i due Paesi e per supportare Volkswagen Group China nel diventare leader nel campo della mobilità elettrica.

La mega-fabbrica del Gruppo Volkswagen a Foshan rafforza la strategia per l’elettrico in Cina

25/06/2018
Con la costruzione di una seconda fabbrica, la capacità di produzione del sito produttivo passerà da 300.000 a 600.000 veicoli all’anno. Ad aprile il primo Volkswagen T-Roc prodotto da FAW-Volkswagen ha lasciato le linee di assemblaggio: insieme all’Audi Q2L, la cui produzione comincerà entro la fine del 2018, sarà un tassello fondamentale all’interno di un segmento SUV particolarmente dinamico.
Top Employer Italia 2018
 

Bilancio

 
 
 
 
 
 
 
 

Navigator 2018

 
 
 
 
 
 

Shift. Il Magazine sulla Sostenibilità del Gruppo

 
 
 
 
 
 
 
 

Rapporto sulla Sostenibilità

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Latest news

Il Gruppo Volkswagen procede in modo forte e sistematico con l’offensiva elettrica in Cina

11/07/2018
Il Gruppo Volkswagen espande le proprie ottime relazioni commerciali nella Repubblica Popolare Cinese. Come parte della quinta consultazione fra il governo cinese e quello tedesco, Volkswagen Group China ha firmato una lettera di intenti con il Gruppo FAW, partner di lunga data nelle joint venture, e con il China Intelligent and Connected Vehicles (Pechino) Research Institute Co. Ltd. (ICV). Gli accordi comprendono le aree della mobilità elettrica, della connettività, dei servizi di mobilità e della guida autonoma. Il giorno precedente Volkswagen Group China e le Case automobilistiche JAC e SEAT avevano firmato una lettera di intenti sottolineando il loro impegno per la e-mobility. Lo scopo delle partnership è di alimentare in modo forte e sistematico l’ampia offensiva elettrica del Gruppo e di applicare le nuove tecnologie insieme ai partner cinesi.

Il Gruppo Volkswagen intensifica l’impegno per la mobilità elettrica in Cina

10/07/2018
Volkswagen Group China, Anhui Jianghuai Automobile Group Corp., Ltd. (JAC) e SEAT hanno firmato un Memorandum of Understanding alla presenza della Cancelliera tedesca Angela Merkel e del Premier cinese Li Keqiang a Berlino. Insieme istituiranno un nuovo centro di ricerca e sviluppo con un focus sullo sviluppo di veicoli elettrici, connettività e tecnologie di guida autonoma, così come una competitiva piattaforma per veicoli alimentati a batteria (BEV). SEAT entrerà nel mercato cinese entro il 2020/2021. Si tratta di un passo importante per rafforzare la collaborazione fra i due Paesi e per supportare Volkswagen Group China nel diventare leader nel campo della mobilità elettrica.

La mega-fabbrica del Gruppo Volkswagen a Foshan rafforza la strategia per l’elettrico in Cina

25/06/2018
Con la costruzione di una seconda fabbrica, la capacità di produzione del sito produttivo passerà da 300.000 a 600.000 veicoli all’anno. Ad aprile il primo Volkswagen T-Roc prodotto da FAW-Volkswagen ha lasciato le linee di assemblaggio: insieme all’Audi Q2L, la cui produzione comincerà entro la fine del 2018, sarà un tassello fondamentale all’interno di un segmento SUV particolarmente dinamico.

I nostri Marchi

logo_audi.png
SEAT logo piccolo.png
SKODA 3D Standard Logo_sRGB.png
 
Questo sito utilizza Cookies, ovvero pacchetti di informazioni che vengono depositati sui dispositivi usati dagli utenti con lo scopo di: agevolare la navigazione all’interno del sito e la sua corretta fruizione; per facilitare l’accesso ai servizi che richiedono l’autenticazione; per fini statistici e per conoscere quali aree del sito sono state visitate. Per una corretta e completa fruizione del presente sito, si consiglia di configurare il browser in modo che accetti la ricezione dei Cookies.
La prosecuzione della navigazione o l’accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione esplicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.
Le configurazioni relative ai Cookies potranno essere modificate in ogni momento cliccando su Cookie Policy o utilizzando il link “ Cookie Policy” in fondo alla pagina.
Accetto