L’implementazione sistematica della strategia dà i propri frutti – profitti record per il Gruppo Volkswagen nel 2017

Il Gruppo Volkswagen ha chiuso l’anno fiscale 2017 con successo, generando un fatturato significativamente maggiore rispetto all’anno precedente. Il Gruppo ha inoltre migliorato quasi tutti gli indicatori chiave di performance finanziari nonostante il contesto impegnativo. In particolare, il record di consegne (10,7 milioni di veicoli) ha “spinto” il fatturato fino a 230,7 miliardi di Euro, che corrisponde a un +6,2%. Le voci straordinarie attribuibili alla tematica Diesel hanno inciso ancora una volta sul risultato operativo, che ciononostante è salito di 6,7 a 13,8 miliardi di Euro. Nell’anno fiscale in corso, il Gruppo Volkswagen prevede un moderato incremento degli ultimi dati relativi alle consegne.
 
“Guardando al futuro, stiamo affrontando grandi sfide e un cambiamento radicale, come tutto il settore” ha affermato Matthias Müller, CEO di Volkswagen AG. “Gli eccellenti risultati finanziari rappresentano una base solida in tal senso e ci consentono di essere fiduciosi. Il nostro piano per il futuro, la TOGETHER – Strategy 2025 sta dimostrando la propria efficacia e diventa sempre più tangibile”.
 
L’incremento del fatturato del Gruppo è dovuto principalmente ai solidi dati di vendita e alla robusta performance della Divisione Servizi Finanziari; i tassi di cambio hanno avuto un impatto negativo. Nell’anno fiscale 2017, il Gruppo Volkswagen ha registrato un utile operativo ante voci straordinarie pari a 17,0 miliardi (14,6) di Euro, e il margine operativo ante voci straordinarie è salito al 7,4% (6,7%). La crescita è principalmente il risultato di fattori relativi a volumi, mix e margini, così come di ottimizzazioni nei costi di prodotto. Le voci straordinarie contenute nel risultato operativo si sono attestate a -3,2 (-7,5) miliardi di Euro per l’intero 2017, si riferiscono esclusivamente alle spese sostenute nell’area di Business Autovetture e sono legate alla tematica Diesel, in particolare a maggiori spese per il buy-back e i programmi di aggiornamento per i veicoli equipaggiati con i motori 2.0 TDI e 3.0 TDI in Nord America, così come a maggiori rischi legali. L’utile operativo al netto delle voci straordinarie è rimasto stabile a 13,8 miliardi di Euro; il margine operativo si è attestato al 6,0% (3,3%).
 
La quota dell’utile operativo attribuibile alle joint venture cinesi (4,7 miliardi di Euro) è leggermente diminuita nel periodo di riferimento. Le attività delle joint venture cinesi non sono incluse nel fatturato e nell’utile operativo del Gruppo, dato che sono contabilizzate nei rendiconti finanziari utilizzando il metodo del patrimonio netto. I profitti ante imposte del Gruppo sono cresciuti fino a 13,9 miliardi, +6,6 miliardi di Euro rispetto all’anno precedente. Al netto delle imposte, i profitti del 2017 si sono attestati a 11,6 miliardi (5,4) di Euro.
 
“I dati finanziari mostrano che il nostro business è robusto e che la situazione finanziaria del Gruppo è solida” ha sottolineato il CFO Frank Witter. “Quasi 11 milioni di Clienti nel mondo  - il maggior numero di sempre – hanno scelto un veicolo di uno dei nostri Brand l’anno scorso, e siamo molto grati per la fiducia. Ma non dobbiamo sederci sugli allori, perché abbiamo davanti delle sfide enormi. Per dar forma alla trasformazione del Gruppo non serviranno solo molto tempo e molta energia, ma sarà anche estremamente costoso. Ecco perché dobbiamo continuare a tenere sotto stretto controllo le nostre spese e allo stesso tempo fare passi avanti sulle innovazioni necessarie”.
 
Come atteso, nel periodo di riferimento ci sono stati elevati flussi finanziari in uscita dovuti alla tematica Diesel, principalmente legati all’aggiornamento dei veicoli e ai rischi legali. Il flusso di cassa netto nella Divisione Automotive è diminuito di 10,3 miliardi di Euro rispetto all’anno precedente, attestandosi a -6,0 miliardi di Euro. Ciononostante la liquidità netta della Divisione Automotive si è confermata su un livello elevato, a 22,4 miliardi di Euro.
 
In occasione dell’Assemblea Generale annuale del prossimo 3 maggio, il Consiglio di Amministrazione e il Consiglio di Sorveglianza proporranno di pagare un dividendo pari a 3,90 Euro per azione ordinaria (anno precedente: 2,00 Euro) e a 3,96 Euro per azione privilegiata (anno precedente: 2,06 Euro).
 
 
 
Prospettive per il 2018
 
Il Consiglio di Amministrazione del Gruppo Volkswagen prevede, per il 2018, un leggero rallentamento nel ritmo di crescita dell’economia globale e che i trend nel mercato delle autovetture nelle singole regioni siano differenziati. Il Consiglio di Amministrazione stima che le consegne ai Clienti del Gruppo Volkswagen nel 2018 possano moderatamente incrementare rispetto all’anno precedente nonostante condizioni di mercato costantemente impegnative. Le sfide nell’anno fiscale in corso deriveranno principalmente dalla situazione economica, dalla maggiore concorrenza, dalla volatilità dei tassi di cambio e dalla tematica Diesel. Nell’UE è stata inoltre introdotta una nuova procedura di test, che richiede maggiore tempo, per determinare le emissioni inquinanti e di CO2 e i consumi delle autovetture e dei veicoli commerciali leggeri (WLTP).
 
Il Consiglio di Amministrazione stima che il fatturato del Gruppo Volkswagen possa incrementare fino al 5% rispetto all’anno precedente. Per quanto riguarda l’utile operativo del Gruppo, il Consiglio di Amministrazione prevede un margine tra il 6,5 e il 7,5%.
Top Employer Italia 2019
 

Rapporto sulla Sostenibilità

 
 
 
 
 
 
 
  

Latest news

Potenza di calcolo verde: il Gruppo Volkswagen apre un data center a zero emissioni in Norvegia

19/06/2019
Il Gruppo Volkswagen ha aperto un nuovo data center con impatto neutrale sul clima a Rjukan (Norvegia). La struttura è stata costruita in solo sei mesi in collaborazione con il partner norvegese Green Mountain. In futuro sarà alimentata al 100% con energia idroelettrica, con un risparmio di oltre 5.800 tonnellate di CO2 l’anno, in confronto a un data center che impiega corrente elettrica prodotta in modo tradizionale. La produzione massima di 2.750 kilowatt sarà utilizzata da Volkswagen e Audi per i server altamente performanti, che processeranno progetti ad alta intensità di calcolo. Nello sviluppo di ulteriore capacità di calcolo, il Gruppo Volkswagen si concentra su fattori economici ed ecologici: un data center con impatto neutrale sul clima è già attivo in Islanda.

Il Gruppo Volkswagen avrà una nuova unità operativa dedicata ai software

18/06/2019
Entro il 2025 il Gruppo Volkswagen intende raggruppare più di 5.000 esperti digitali nella nuova divisione “Car.Software” con responsabilità a livello di Gruppo per i software nei veicoli. L’Azienda pianifica di sviluppare internamente molti più software per le auto e per i servizi relativi al veicolo, aumentando la quota dall’attuale 10%, fino ad almeno il 60% entro il 2025. In futuro ci sarà una piattaforma software uniforme con tutte le funzioni di base per tutti i veicoli del Gruppo, costituita dal sistema operativo per veicoli “vw.os” e dal Volkswagen Automotive Cloud. Entro il 2025, tutti i nuovi modelli del Gruppo avranno questa piattaforma. La prima vettura basata su di essa sarà la ID.31), in anteprima mondiale al Salone di Francoforte di quest’anno. Al momento più di 20.000 potenziali acquirenti hanno già effettuato il pre-ordine di questo modello.

Il Gruppo Volkswagen investe in Northvolt AB

12/06/2019
Il Gruppo Volkswagen investe circa 900 milioni di Euro in attività riguardanti le batterie con Northvolt AB. Parte della somma è destinata a una joint venture con il produttore svedese di celle batteria, un’ulteriore parte andrà direttamente a Northvolt AB. A sua volta, il Gruppo Volkswagen acquisirà circa il 20% delle sue quote e avrà un posto nel Consiglio di Amministrazione, con riserva di approvazione da parte delle Autorità antitrust. Inoltre, nel corso dell’anno è pianificata una joint venture al 50% per istituire uno stabilimento di celle batteria da 16 GWh in Europa. Si prevede di costruire la fabbrica in Bassa Sassonia (a Salzgitter), se i requisiti sono soddisfatti, con inizio dei lavori nel 2020. L’avvio della produzione di celle batteria da parte di Volkswagen è programmato per la fine del 2023 o l’inizio del 2024.

Top Employer Italia 2019
 

Rapporto sulla Sostenibilità

 
 
 
 
 
 
 
  

Latest news

Potenza di calcolo verde: il Gruppo Volkswagen apre un data center a zero emissioni in Norvegia

19/06/2019
Il Gruppo Volkswagen ha aperto un nuovo data center con impatto neutrale sul clima a Rjukan (Norvegia). La struttura è stata costruita in solo sei mesi in collaborazione con il partner norvegese Green Mountain. In futuro sarà alimentata al 100% con energia idroelettrica, con un risparmio di oltre 5.800 tonnellate di CO2 l’anno, in confronto a un data center che impiega corrente elettrica prodotta in modo tradizionale. La produzione massima di 2.750 kilowatt sarà utilizzata da Volkswagen e Audi per i server altamente performanti, che processeranno progetti ad alta intensità di calcolo. Nello sviluppo di ulteriore capacità di calcolo, il Gruppo Volkswagen si concentra su fattori economici ed ecologici: un data center con impatto neutrale sul clima è già attivo in Islanda.

Il Gruppo Volkswagen avrà una nuova unità operativa dedicata ai software

18/06/2019
Entro il 2025 il Gruppo Volkswagen intende raggruppare più di 5.000 esperti digitali nella nuova divisione “Car.Software” con responsabilità a livello di Gruppo per i software nei veicoli. L’Azienda pianifica di sviluppare internamente molti più software per le auto e per i servizi relativi al veicolo, aumentando la quota dall’attuale 10%, fino ad almeno il 60% entro il 2025. In futuro ci sarà una piattaforma software uniforme con tutte le funzioni di base per tutti i veicoli del Gruppo, costituita dal sistema operativo per veicoli “vw.os” e dal Volkswagen Automotive Cloud. Entro il 2025, tutti i nuovi modelli del Gruppo avranno questa piattaforma. La prima vettura basata su di essa sarà la ID.31), in anteprima mondiale al Salone di Francoforte di quest’anno. Al momento più di 20.000 potenziali acquirenti hanno già effettuato il pre-ordine di questo modello.

Il Gruppo Volkswagen investe in Northvolt AB

12/06/2019
Il Gruppo Volkswagen investe circa 900 milioni di Euro in attività riguardanti le batterie con Northvolt AB. Parte della somma è destinata a una joint venture con il produttore svedese di celle batteria, un’ulteriore parte andrà direttamente a Northvolt AB. A sua volta, il Gruppo Volkswagen acquisirà circa il 20% delle sue quote e avrà un posto nel Consiglio di Amministrazione, con riserva di approvazione da parte delle Autorità antitrust. Inoltre, nel corso dell’anno è pianificata una joint venture al 50% per istituire uno stabilimento di celle batteria da 16 GWh in Europa. Si prevede di costruire la fabbrica in Bassa Sassonia (a Salzgitter), se i requisiti sono soddisfatti, con inizio dei lavori nel 2020. L’avvio della produzione di celle batteria da parte di Volkswagen è programmato per la fine del 2023 o l’inizio del 2024.

I nostri Marchi

logo_audi.png
SEAT logo piccolo.png
SKODA 3D Standard Logo_sRGB.png
 
Questo sito utilizza Cookies, ovvero pacchetti di informazioni che vengono depositati sui dispositivi usati dagli utenti con lo scopo di: agevolare la navigazione all’interno del sito e la sua corretta fruizione; per facilitare l’accesso ai servizi che richiedono l’autenticazione; per fini statistici e per conoscere quali aree del sito sono state visitate. Per una corretta e completa fruizione del presente sito, si consiglia di configurare il browser in modo che accetti la ricezione dei Cookies.
La prosecuzione della navigazione o l’accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione esplicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.
Le configurazioni relative ai Cookies potranno essere modificate in ogni momento cliccando su Cookie Policy o utilizzando il link “ Cookie Policy” in fondo alla pagina.
Accetto