Il Gruppo Volkswagen apre la piattaforma per l’elettrico a terzi

Il Gruppo Volkswagen apre ad altri costruttori la propria piattaforma MEB (Modular Electric Toolkit), sviluppata negli ultimi anni. L’obiettivo è raggiungere una significativa riduzione dei costi della mobilità elettrica, grazie all’utilizzo più esteso possibile della MEB e alle economie di scala ad esso associate, consentendo quindi ampio accesso alla mobilità individuale. Il Gruppo Volkswagen prevede al momento una prima ondata di circa 15 milioni di veicoli puramente elettrici basati sulla MEB. e.Go Mobile AG, con sede ad Aquisgrana (Germania), sarà il primo partner esterno a utilizzare la piattaforma per il lancio di veicoli elettrici, oltre a quelli che compongono la gamma di modelli Volkswagen. Un progetto specifico è già in fase di pianificazione. Con la ID. Buggy, in esposizione al Salone di Ginevra, la Volkswagen sottolinea la flessibilità della MEB anche per le serie più piccole.
 
Herbert Diess, CEO del Gruppo Volkswagen, ha commentato: “L’MQB (pianale modulare trasversale) ha dimostrato che siamo esperti nella progettazione di piattaforme. Più di 100 milioni di nostri veicoli sono basati su di esso. Con la MEB, stiamo ora trasferendo questa idea di successo all’era elettrica, aprendone l’accesso ad altri costruttori. La MEB si imporrà come standard per l’e-mobility. Basandoci sulla MEB, renderemo la mobilità individuale neutrale in termini di CO2, sicura, comoda e accessibile a quante più persone possibili, perché la piattaforma consente una produzione efficiente in termini di costi anche per piccole serie di veicoli emozionali come la ID. Buggy. Sono contento che e.GO sia diventato il primo partner a utilizzare la nostra piattaforma elettrica come base di un progetto definito congiuntamente”.
 
Günther Schuh, CEO di e.GO Mobile AG, ha aggiunto: “Siamo molto soddisfatti che il Gruppo Volkswagen ci abbia offerto questa collaborazione. Con e.Go, possiamo contribuire con lo sviluppo agile di prodotti e con la nostra forza nel costruire veicoli di piccola serie basati su strutture in alluminio estruso. La piattaforma MEB ci renderà più veloci, più solidi ed efficienti in termini di costi”.
 
Il 2019 è un anno chiave per l’offensiva elettrica del Gruppo Volkswagen, che accelererà ulteriormente il passo nei prossimi anni. A Ginevra, saranno esposte numerose vetture e concept car a zero emissioni, come la Audi e-tron GT 1, la ŠKODA VISION iV 2, la SEAT Urban Car 3 o la ID. Buggy 4, che faranno il loro debutto sulle strade nei prossimi anni.
 
Il Gruppo Volkswagen investirà quasi 44 miliardi di Euro in elettrificazione, digitalizzazione, servizi di mobilità e guida autonoma fino al 2023, di cui 30 miliardi di Euro saranno destinati solamente alla e-mobility. Si prevede che entro il 2025 i veicoli elettrici costituiranno circa un quarto della gamma modelli.
 
e.GO Mobile AG, fondata da Günther Schuh nel 2015, è pioniere nella mobilità elettrica. Nel Campus RWTH di Aquisgrana sono stati sviluppati progetti all’avanguardia. I team agili di e.GO lavorano su diversi veicoli elettrici efficienti in termini di costi e orientati al cliente da utilizzare per gli spostamenti a corto raggio.
 
  
1 Consumo elettrico combinato in kWh/100 km*: 26,2 – 22,6 (WLTP); 24,6 – 23,7 (NEFZ) emissioni di CO2 combinate in g/km: 0
*I dati dipendono dall’equipaggiamento scelto
2,3,4 Concept car

MoDo - Scopri la Mobilità di Domani

MoDo.jpg
 

Rapporto sulla Sostenibilità

 
 
 
 
 
 
 
  

Latest news

Potenza di calcolo verde: il Gruppo Volkswagen apre un data center a zero emissioni in Norvegia

19/06/2019
Il Gruppo Volkswagen ha aperto un nuovo data center con impatto neutrale sul clima a Rjukan (Norvegia). La struttura è stata costruita in solo sei mesi in collaborazione con il partner norvegese Green Mountain. In futuro sarà alimentata al 100% con energia idroelettrica, con un risparmio di oltre 5.800 tonnellate di CO2 l’anno, in confronto a un data center che impiega corrente elettrica prodotta in modo tradizionale. La produzione massima di 2.750 kilowatt sarà utilizzata da Volkswagen e Audi per i server altamente performanti, che processeranno progetti ad alta intensità di calcolo. Nello sviluppo di ulteriore capacità di calcolo, il Gruppo Volkswagen si concentra su fattori economici ed ecologici: un data center con impatto neutrale sul clima è già attivo in Islanda.

Il Gruppo Volkswagen avrà una nuova unità operativa dedicata ai software

18/06/2019
Entro il 2025 il Gruppo Volkswagen intende raggruppare più di 5.000 esperti digitali nella nuova divisione “Car.Software” con responsabilità a livello di Gruppo per i software nei veicoli. L’Azienda pianifica di sviluppare internamente molti più software per le auto e per i servizi relativi al veicolo, aumentando la quota dall’attuale 10%, fino ad almeno il 60% entro il 2025. In futuro ci sarà una piattaforma software uniforme con tutte le funzioni di base per tutti i veicoli del Gruppo, costituita dal sistema operativo per veicoli “vw.os” e dal Volkswagen Automotive Cloud. Entro il 2025, tutti i nuovi modelli del Gruppo avranno questa piattaforma. La prima vettura basata su di essa sarà la ID.31), in anteprima mondiale al Salone di Francoforte di quest’anno. Al momento più di 20.000 potenziali acquirenti hanno già effettuato il pre-ordine di questo modello.

Il Gruppo Volkswagen investe in Northvolt AB

12/06/2019
Il Gruppo Volkswagen investe circa 900 milioni di Euro in attività riguardanti le batterie con Northvolt AB. Parte della somma è destinata a una joint venture con il produttore svedese di celle batteria, un’ulteriore parte andrà direttamente a Northvolt AB. A sua volta, il Gruppo Volkswagen acquisirà circa il 20% delle sue quote e avrà un posto nel Consiglio di Amministrazione, con riserva di approvazione da parte delle Autorità antitrust. Inoltre, nel corso dell’anno è pianificata una joint venture al 50% per istituire uno stabilimento di celle batteria da 16 GWh in Europa. Si prevede di costruire la fabbrica in Bassa Sassonia (a Salzgitter), se i requisiti sono soddisfatti, con inizio dei lavori nel 2020. L’avvio della produzione di celle batteria da parte di Volkswagen è programmato per la fine del 2023 o l’inizio del 2024.

MoDo - Scopri la Mobilità di Domani

MoDo.jpg
 

Rapporto sulla Sostenibilità

 
 
 
 
 
 
 
  

Latest news

Potenza di calcolo verde: il Gruppo Volkswagen apre un data center a zero emissioni in Norvegia

19/06/2019
Il Gruppo Volkswagen ha aperto un nuovo data center con impatto neutrale sul clima a Rjukan (Norvegia). La struttura è stata costruita in solo sei mesi in collaborazione con il partner norvegese Green Mountain. In futuro sarà alimentata al 100% con energia idroelettrica, con un risparmio di oltre 5.800 tonnellate di CO2 l’anno, in confronto a un data center che impiega corrente elettrica prodotta in modo tradizionale. La produzione massima di 2.750 kilowatt sarà utilizzata da Volkswagen e Audi per i server altamente performanti, che processeranno progetti ad alta intensità di calcolo. Nello sviluppo di ulteriore capacità di calcolo, il Gruppo Volkswagen si concentra su fattori economici ed ecologici: un data center con impatto neutrale sul clima è già attivo in Islanda.

Il Gruppo Volkswagen avrà una nuova unità operativa dedicata ai software

18/06/2019
Entro il 2025 il Gruppo Volkswagen intende raggruppare più di 5.000 esperti digitali nella nuova divisione “Car.Software” con responsabilità a livello di Gruppo per i software nei veicoli. L’Azienda pianifica di sviluppare internamente molti più software per le auto e per i servizi relativi al veicolo, aumentando la quota dall’attuale 10%, fino ad almeno il 60% entro il 2025. In futuro ci sarà una piattaforma software uniforme con tutte le funzioni di base per tutti i veicoli del Gruppo, costituita dal sistema operativo per veicoli “vw.os” e dal Volkswagen Automotive Cloud. Entro il 2025, tutti i nuovi modelli del Gruppo avranno questa piattaforma. La prima vettura basata su di essa sarà la ID.31), in anteprima mondiale al Salone di Francoforte di quest’anno. Al momento più di 20.000 potenziali acquirenti hanno già effettuato il pre-ordine di questo modello.

Il Gruppo Volkswagen investe in Northvolt AB

12/06/2019
Il Gruppo Volkswagen investe circa 900 milioni di Euro in attività riguardanti le batterie con Northvolt AB. Parte della somma è destinata a una joint venture con il produttore svedese di celle batteria, un’ulteriore parte andrà direttamente a Northvolt AB. A sua volta, il Gruppo Volkswagen acquisirà circa il 20% delle sue quote e avrà un posto nel Consiglio di Amministrazione, con riserva di approvazione da parte delle Autorità antitrust. Inoltre, nel corso dell’anno è pianificata una joint venture al 50% per istituire uno stabilimento di celle batteria da 16 GWh in Europa. Si prevede di costruire la fabbrica in Bassa Sassonia (a Salzgitter), se i requisiti sono soddisfatti, con inizio dei lavori nel 2020. L’avvio della produzione di celle batteria da parte di Volkswagen è programmato per la fine del 2023 o l’inizio del 2024.

I nostri Marchi

logo_audi.png
SEAT logo piccolo.png
SKODA 3D Standard Logo_sRGB.png
 
Questo sito utilizza Cookies, ovvero pacchetti di informazioni che vengono depositati sui dispositivi usati dagli utenti con lo scopo di: agevolare la navigazione all’interno del sito e la sua corretta fruizione; per facilitare l’accesso ai servizi che richiedono l’autenticazione; per fini statistici e per conoscere quali aree del sito sono state visitate. Per una corretta e completa fruizione del presente sito, si consiglia di configurare il browser in modo che accetti la ricezione dei Cookies.
La prosecuzione della navigazione o l’accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione esplicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.
Le configurazioni relative ai Cookies potranno essere modificate in ogni momento cliccando su Cookie Policy o utilizzando il link “ Cookie Policy” in fondo alla pagina.
Accetto