Concluse le indagini speciali sui test EUGT

Le esaurienti indagini speciali condotte dall’Audit del Gruppo Volkswagen hanno concluso che non si è verificato un comportamento scorretto e che non ci sono state violazioni rilevanti alle leggi sul lavoro da parte dei Collaboratori del Gruppo Volkswagen con riferimento agli studi commissionati dal Gruppo Europeo di Ricerca sull'Ambiente e la Salute nel Settore dei Trasporti (EUGT), ente legalmente indipendente ora sciolto. Le investigazioni hanno prestato particolare attenzione ai procedimenti nella fase preparatoria a degli studi condotti su alcune scimmie in un laboratorio di ricerca statunitense. Di conseguenza Thomas Steg, temporaneamente sospeso dai suoi compiti su propria richiesta alla fine di gennaio, torna con effetto immediato al suo ruolo di Responsabile delle Relazioni Esterne del Gruppo.
 
“Ero certo che la mia condotta fosse rispettosa delle leggi sul lavoro e dei regolamenti. Nonostante ciò mi sono chiesto se nella primavera 2013 non avessi potuto intraprendere ulteriori azioni per evitare i test negli Stati Uniti. Mi rammarico profondamente di non aver agito diversamente allora e chiedo scusa per questo” ha affermato Steg.
 
“Le indagini speciali sull’EUGT hanno concluso in modo inequivocabile che non c’è stato nessun personale comportamento scorretto da parte di Thomas Steg. Tuttavia si è scusato sia internamente che pubblicamente per non essere intervenuto. Una buona cultura aziendale deve anche permettere il completo reinserimento dei Collaboratori una volta discolpati a seguito di un chiarimento della questione. Perciò sono lieta che Thomas Steg possa ora riassumere le sue mansioni”, ha affermato Hiltrud D. Werner, Membro del Consiglio di Amministrazione per l’Integrità e gli Affari Legali di Volkswagen AG.
 
“Nella seconda metà di quest’anno avremo concluso una più ampia revisione indipendente di tutti i test, studi e progetti di ricerca nei quali l’Azienda è stata o è direttamente o indirettamente coinvolta”, ha continuato. Questo impegno volontario di Volkswagen va ben oltre le disposizioni e le procedure di compliance.
 
“Accanto agli aspetti legali, i progetti di ricerca e gli studi sollevano sempre anche questioni etiche e morali. Volkswagen esprime in modo deciso la propria contrarietà ai test sugli animali, che per questioni relative al trasporto e alla mobilità non sono necessari e sono inaccettabili a meno che non siano richiesti dalla legge”, ha affermato Werner. Gli standard etici tedeschi saranno vincolanti per tutti i futuri progetti di ricerca del Gruppo Volkswagen nel mondo. Soltanto in Germania, il Gruppo Volkswagen conta 1.290 collaborazioni con oltre 100 università e più di 60 istituti di ricerca.
Top Employer Italia 2018
 

Bilancio

 
 
 
 
 
 
 
 

Navigator 2018

 
 
 
 
 
 

Shift. Il Magazine sulla Sostenibilità del Gruppo

 
 
 
 
 
 
 
 

Rapporto sulla Sostenibilità

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Latest news

La mega-fabbrica del Gruppo Volkswagen a Foshan rafforza la strategia per l’elettrico in Cina

25/06/2018
Con la costruzione di una seconda fabbrica, la capacità di produzione del sito produttivo passerà da 300.000 a 600.000 veicoli all’anno. Ad aprile il primo Volkswagen T-Roc prodotto da FAW-Volkswagen ha lasciato le linee di assemblaggio: insieme all’Audi Q2L, la cui produzione comincerà entro la fine del 2018, sarà un tassello fondamentale all’interno di un segmento SUV particolarmente dinamico.

Il Gruppo Volkswagen definisce la nuova struttura: le Marche assumono responsabilità per area

22/06/2018
Il Gruppo Volkswagen prosegue il riallineamento strutturale della propria organizzazione. In futuro le Marche di volume assumeranno il ruolo di guida trasversale al Gruppo in specifiche regioni del mondo. Il CEO Herbert Diess afferma: “Distribuiamo le responsabilità; ciò significa che in futuro sarà possibile prendere decisioni in modo più decentralizzato e che il Consiglio di Amministrazione potrà concentrarsi su questioni strategiche generali. Facendo così, rendiamo il Gruppo Volkswagen più veloce, snello ed efficiente”.

Il CEO del Gruppo Volkswagen Diess in Israele: colloqui politici e incontri con start-up innovative

22/06/2018
Uno dei primi viaggi all’estero nel ruolo di CEO del Gruppo Volkswagen ha portato Herbert Diess in Israele. Oltre a incontrare il Primo Ministro israeliano Benjamin Netanyahu, Diess si è recato in visita al Memoriale sull’Olocausto Yad Vashem; successivamente si sono svolti colloqui con rappresentanti delle start-up israeliane e confronti con i CEO di Gett e Mobileye su servizi di mobilità innovativi e guida autonoma.
Top Employer Italia 2018
 

Bilancio

 
 
 
 
 
 
 
 

Navigator 2018

 
 
 
 
 
 

Shift. Il Magazine sulla Sostenibilità del Gruppo

 
 
 
 
 
 
 
 

Rapporto sulla Sostenibilità

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Latest news

La mega-fabbrica del Gruppo Volkswagen a Foshan rafforza la strategia per l’elettrico in Cina

25/06/2018
Con la costruzione di una seconda fabbrica, la capacità di produzione del sito produttivo passerà da 300.000 a 600.000 veicoli all’anno. Ad aprile il primo Volkswagen T-Roc prodotto da FAW-Volkswagen ha lasciato le linee di assemblaggio: insieme all’Audi Q2L, la cui produzione comincerà entro la fine del 2018, sarà un tassello fondamentale all’interno di un segmento SUV particolarmente dinamico.

Il Gruppo Volkswagen definisce la nuova struttura: le Marche assumono responsabilità per area

22/06/2018
Il Gruppo Volkswagen prosegue il riallineamento strutturale della propria organizzazione. In futuro le Marche di volume assumeranno il ruolo di guida trasversale al Gruppo in specifiche regioni del mondo. Il CEO Herbert Diess afferma: “Distribuiamo le responsabilità; ciò significa che in futuro sarà possibile prendere decisioni in modo più decentralizzato e che il Consiglio di Amministrazione potrà concentrarsi su questioni strategiche generali. Facendo così, rendiamo il Gruppo Volkswagen più veloce, snello ed efficiente”.

Il CEO del Gruppo Volkswagen Diess in Israele: colloqui politici e incontri con start-up innovative

22/06/2018
Uno dei primi viaggi all’estero nel ruolo di CEO del Gruppo Volkswagen ha portato Herbert Diess in Israele. Oltre a incontrare il Primo Ministro israeliano Benjamin Netanyahu, Diess si è recato in visita al Memoriale sull’Olocausto Yad Vashem; successivamente si sono svolti colloqui con rappresentanti delle start-up israeliane e confronti con i CEO di Gett e Mobileye su servizi di mobilità innovativi e guida autonoma.

I nostri Marchi

logo_audi.png
SEAT logo piccolo.png
SKODA 3D Standard Logo_sRGB.png
 
Questo sito utilizza Cookies, ovvero pacchetti di informazioni che vengono depositati sui dispositivi usati dagli utenti con lo scopo di: agevolare la navigazione all’interno del sito e la sua corretta fruizione; per facilitare l’accesso ai servizi che richiedono l’autenticazione; per fini statistici e per conoscere quali aree del sito sono state visitate. Per una corretta e completa fruizione del presente sito, si consiglia di configurare il browser in modo che accetti la ricezione dei Cookies.
La prosecuzione della navigazione o l’accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione esplicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.
Le configurazioni relative ai Cookies potranno essere modificate in ogni momento cliccando su Cookie Policy o utilizzando il link “ Cookie Policy” in fondo alla pagina.
Accetto