Aperto e critico: il Gruppo Volkswagen pubblica il secondo numero del magazine Shift

Con la “TOGETHER – Strategy 2025” il Gruppo Volkswagen si è posto l’ambizioso obiettivo di diventare un fornitore di mobilità sostenibile leader a livello globale. Nell’ultimo anno e mezzo il Gruppo ha fatto buoni progressi verso il raggiungimento di questo obiettivo. Il secondo numero di Shift, il magazine sulla sostenibilità, propone una visione aperta, critica e improntata al dialogo sulla situazione attuale del Gruppo dal punto di vista di vari stakeholder.


Con il magazine Shift, l’anno scorso Volkswagen ha dato vita a un’ulteriore piattaforma di discussione, per rafforzare la comunicazione della sostenibilità e per promuovere la cultura del dibattito all’interno e all’esterno del Gruppo. Shift ha fatto riferimento ad aspettative e argomentazioni del mondo politico e sociale in modo forte e critico. Il secondo numero del magazine offre nuovamente un contesto non solo di valutazione critica ma anche di riflessione su questioni attuali e bisogni futuri nell’ambito della mobilità sostenibile.

“Fin dal principio, per questo progetto, il nostro obiettivo è stato quello di dimostrare un atteggiamento predisposto al dialogo aperto e critico con i nostri stakeholder” ha affermato Thomas Steg, Rappresentante Generale per le Relazioni Esterne e gli Affari Governativi del Gruppo Volkswagen. “Per questo abbiamo ricevuto molti apprezzamenti, e siamo consapevoli che a questo primo passo dovranno seguirne un secondo e molti altri ancora. Anche il secondo numero di Shift ha in serbo molte sorprese per i lettori, tra cui saggi incisivi, idee provocatorie e osservazioni personali di persone che seguono sia dall’interno che dall’esterno la trasformazione dell’Azienda: critici, consiglieri, partner e sostenitori.”

Shift 2017: alti e bassi del processo di trasformazione

Nelle 62 pagine dell’ultimo numero del suo magazine sulla sostenibilità, il Gruppo Volkswagen offre una piattaforma di discussione per affrontare la questione Diesel e riflettere sulle scelte strategiche per la trasformazione. Con commenti critici, report e interventi pro e contro, autori interni ed esterni al Gruppo mettono in luce conflitti di interesse, argomentano le loro posizioni e delineano potenziali soluzioni. Così per la prima volta, i lettori possono avvicinarsi a Larry D. Thompson per capire come il supervisore del Dipartimento di Giustizia statunitense e il suo team stanno contribuendo a rendere il Gruppo Volkswagen un’Azienda migliore.

Nell’ultimo numero di Shift, Gesine Schwan, Presidente di Humboldt-Viadrina Governance Platform, analizza cosa può accadere quando un’azienda è considerata troppo grande per fallire. Non meno interessante è il dibattito sul Diesel tra due grandi protagonisti della scena ambientale: Tobias Austrup, esperto di trasporti di Greenpeace, e Michael Braungart, fautore del modello Cradle to Cradle. Due importanti speciali sono dedicati al futuro della mobilità – ambito in cui il Gruppo sta lavorando alacremente – in Africa, in Paesi come Ruanda e Kenya, dove vengono promossi nuovi servizi di mobilità per alleggerire il traffico locale e regionale. Allo stesso tempo, vengono presentati ai lettori i membri del Consiglio di Sostenibilità e le rispettive aree di intervento.

“Abbiamo ancora molta strada da fare per diventare fornitori di mobilità sostenibile di riferimento a livello globale: con Shift vogliamo alimentare lo spirito per un ulteriore cambiamento all’interno dell’Azienda e agevolare la comprensione tra i nostri stakeholder. Questo è l’obiettivo che ci poniamo quest’anno, non solo con il magazine, ma anche attraverso l’omonima esposizione presente fino al 28 febbraio 2018 a Berlino presso il DRIVE. Volkswagen Group Forum” ha affermato Thomas Steg.

Il magazine sulla sostenibilità Shift  è disponibile per il download in inglese e in tedesco all’indirizzo shift.volkswagenag.com
 
 

Shift: con il suo approccio a 360 gradi, Shift mostra l’approccio del Gruppo Volkswagen alla sostenibilità. Come suggerisce il termine inglese “Shift” , la rivista si concentra sui concetti di cambiamento, trasformazione e progresso. Il primo numero del magazine sulla sostenibilità è stato pubblicato nel 2016 e ha ricevuto numerosi premi internazionali, tra cui il Spotlight Award di platino da parte della League of American Communications Professionals (LACP) e il Best of Content Marketing Award (BCM) d’argento.

Nel 2017 il Gruppo ha reso Shift una piattaforma di comunicazione che comprende un’esposizione al DRIVE. Volkswagen Group Forum, un minisito dedicato e incontri mirati.
 
Top Employer Italia 2018
 

Bilancio

 
 
 
 
 
 
 
 

Navigator 2018

 
 
 
 
 
 

Shift. Il Magazine sulla Sostenibilità del Gruppo

 
 
 
 
 
 
 
 

Rapporto sulla Sostenibilità

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Latest news

Il Gruppo Volkswagen procede in modo forte e sistematico con l’offensiva elettrica in Cina

11/07/2018
Il Gruppo Volkswagen espande le proprie ottime relazioni commerciali nella Repubblica Popolare Cinese. Come parte della quinta consultazione fra il governo cinese e quello tedesco, Volkswagen Group China ha firmato una lettera di intenti con il Gruppo FAW, partner di lunga data nelle joint venture, e con il China Intelligent and Connected Vehicles (Pechino) Research Institute Co. Ltd. (ICV). Gli accordi comprendono le aree della mobilità elettrica, della connettività, dei servizi di mobilità e della guida autonoma. Il giorno precedente Volkswagen Group China e le Case automobilistiche JAC e SEAT avevano firmato una lettera di intenti sottolineando il loro impegno per la e-mobility. Lo scopo delle partnership è di alimentare in modo forte e sistematico l’ampia offensiva elettrica del Gruppo e di applicare le nuove tecnologie insieme ai partner cinesi.

Il Gruppo Volkswagen intensifica l’impegno per la mobilità elettrica in Cina

10/07/2018
Volkswagen Group China, Anhui Jianghuai Automobile Group Corp., Ltd. (JAC) e SEAT hanno firmato un Memorandum of Understanding alla presenza della Cancelliera tedesca Angela Merkel e del Premier cinese Li Keqiang a Berlino. Insieme istituiranno un nuovo centro di ricerca e sviluppo con un focus sullo sviluppo di veicoli elettrici, connettività e tecnologie di guida autonoma, così come una competitiva piattaforma per veicoli alimentati a batteria (BEV). SEAT entrerà nel mercato cinese entro il 2020/2021. Si tratta di un passo importante per rafforzare la collaborazione fra i due Paesi e per supportare Volkswagen Group China nel diventare leader nel campo della mobilità elettrica.

La mega-fabbrica del Gruppo Volkswagen a Foshan rafforza la strategia per l’elettrico in Cina

25/06/2018
Con la costruzione di una seconda fabbrica, la capacità di produzione del sito produttivo passerà da 300.000 a 600.000 veicoli all’anno. Ad aprile il primo Volkswagen T-Roc prodotto da FAW-Volkswagen ha lasciato le linee di assemblaggio: insieme all’Audi Q2L, la cui produzione comincerà entro la fine del 2018, sarà un tassello fondamentale all’interno di un segmento SUV particolarmente dinamico.
Top Employer Italia 2018
 

Bilancio

 
 
 
 
 
 
 
 

Navigator 2018

 
 
 
 
 
 

Shift. Il Magazine sulla Sostenibilità del Gruppo

 
 
 
 
 
 
 
 

Rapporto sulla Sostenibilità

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Latest news

Il Gruppo Volkswagen procede in modo forte e sistematico con l’offensiva elettrica in Cina

11/07/2018
Il Gruppo Volkswagen espande le proprie ottime relazioni commerciali nella Repubblica Popolare Cinese. Come parte della quinta consultazione fra il governo cinese e quello tedesco, Volkswagen Group China ha firmato una lettera di intenti con il Gruppo FAW, partner di lunga data nelle joint venture, e con il China Intelligent and Connected Vehicles (Pechino) Research Institute Co. Ltd. (ICV). Gli accordi comprendono le aree della mobilità elettrica, della connettività, dei servizi di mobilità e della guida autonoma. Il giorno precedente Volkswagen Group China e le Case automobilistiche JAC e SEAT avevano firmato una lettera di intenti sottolineando il loro impegno per la e-mobility. Lo scopo delle partnership è di alimentare in modo forte e sistematico l’ampia offensiva elettrica del Gruppo e di applicare le nuove tecnologie insieme ai partner cinesi.

Il Gruppo Volkswagen intensifica l’impegno per la mobilità elettrica in Cina

10/07/2018
Volkswagen Group China, Anhui Jianghuai Automobile Group Corp., Ltd. (JAC) e SEAT hanno firmato un Memorandum of Understanding alla presenza della Cancelliera tedesca Angela Merkel e del Premier cinese Li Keqiang a Berlino. Insieme istituiranno un nuovo centro di ricerca e sviluppo con un focus sullo sviluppo di veicoli elettrici, connettività e tecnologie di guida autonoma, così come una competitiva piattaforma per veicoli alimentati a batteria (BEV). SEAT entrerà nel mercato cinese entro il 2020/2021. Si tratta di un passo importante per rafforzare la collaborazione fra i due Paesi e per supportare Volkswagen Group China nel diventare leader nel campo della mobilità elettrica.

La mega-fabbrica del Gruppo Volkswagen a Foshan rafforza la strategia per l’elettrico in Cina

25/06/2018
Con la costruzione di una seconda fabbrica, la capacità di produzione del sito produttivo passerà da 300.000 a 600.000 veicoli all’anno. Ad aprile il primo Volkswagen T-Roc prodotto da FAW-Volkswagen ha lasciato le linee di assemblaggio: insieme all’Audi Q2L, la cui produzione comincerà entro la fine del 2018, sarà un tassello fondamentale all’interno di un segmento SUV particolarmente dinamico.

I nostri Marchi

logo_audi.png
SEAT logo piccolo.png
SKODA 3D Standard Logo_sRGB.png
 
Questo sito utilizza Cookies, ovvero pacchetti di informazioni che vengono depositati sui dispositivi usati dagli utenti con lo scopo di: agevolare la navigazione all’interno del sito e la sua corretta fruizione; per facilitare l’accesso ai servizi che richiedono l’autenticazione; per fini statistici e per conoscere quali aree del sito sono state visitate. Per una corretta e completa fruizione del presente sito, si consiglia di configurare il browser in modo che accetti la ricezione dei Cookies.
La prosecuzione della navigazione o l’accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione esplicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.
Le configurazioni relative ai Cookies potranno essere modificate in ogni momento cliccando su Cookie Policy o utilizzando il link “ Cookie Policy” in fondo alla pagina.
Accetto